Fuchsia

Tra dame e ballerine

Era il 1700 quando la Fuchsia fece il suo ingresso in Europa, e fu un vero e proprio successo. Originaria del Messico, questa pianta dai fiori così aggraziati ed esotici si diffuse rapidamente nei giardini di nobili e signori. Ad esaltarne l’eleganza dei fiori furono soprattutto gli inglesi, tuttora tra i suoi più grandi estimatori, ribattezzandoli ballerine e Ladies’ eardrops, orecchini di dama.

Fuchsia o fucsia?

Sembra che Fuchsia derivi dal nome del botanico tedesco Leonhard Fuchs. Il nome fu conferito solamente a titolo commemorativo, infatti Fuchs morì più di cent’anni prima dell’importazione in Europa di questa pianta.
Dal nome del fiore deriva poi il colore fucsia, il tipo di rosa violaceo molto intenso che conosciamo bene. Oggi però le colorazioni dei fiori di Fuchsia sono molteplici, e vanno dal bianco al rosa, all’arancio e al violetto.

Simbolo del fiore di Fuchsia

Bellezza e grazia sono le caratteristiche simbolo del fiore di Fuchsia, piccole ballerine dal passo delicato e indimenticabile.

Bellezza e fragilità

I fiori col loro silenzio sanno insegnarci molte cose, la Fuchsia ad esempio sembra ricordarci quanto bellezza e delicatezza siano strettamente legate.
Siate fiere delle vostre fragilità, sono quelle che più parlano di voi, non immaginate quanti là fuori siano pronti ad apprezzarle!

Visualizzazione di tutti i 0 risultati